•  
  •  
  • 18
  •  
  •  
  •  

E’ la vera storia divertente di un autista napoletano e il suo amico, uno guida e l’altro da indicazioni, i due non ci mettono molto a finire in mare. L’autocisterna è caduta in mare a causa di una manovra sbagliata del conducente che tentava di appropriarsi dell’acqua marina abusivamente. L’autista dell’autocisterna cade in mare assieme ad essa, ed è solo grazie ai video di sorveglianza che è stato possibile ricostruire la vicenda comica.

napoli autocisterna in mare rubava acqua

La vignetta: “Quando chiedi aiuto per la retromarcia e il tuo amico Vai vai c’è ancora spazio” ma poi splash e resti attonito chiedendoti perché a me?!

Da quanto riporta Il Corriere del Mezzogiorno l’uomo voleva l’acqua del mare per rivenderla alle pescherie che la usavano per il pesce fresco. E’ stata una telefonata anonima alla Polizia Locale a far arrivare di corsa gli aiuti, l’autocisterna è caduta con l’autista ancora al posto di guida!

Storia divertente vera: Napoli, 6 maggio 2020

L’autocisterna cade in mare al porto di Napoli, all’interno dei Giardini del Molosiglio il 6 maggio 2020 e quasi tutti i quotidiani ne parlano.

Il Corriere del Mezzogiorno riporta i dettagli di questa storiella divertente vera: “Dalle dichiarazioni assunte, dal rilievo dei segni lasciati al suolo dalla grande autocisterna e dalla sua posizione finale, è stato dedotto che il conducente del veicolo, al fine di prelevare abusivamente l’acqua marina, aveva compiuto una manovra errata e, perdendo il controllo dell’autocisterna, era finito in mare.

Storie divertenti: Vai, vai, vai… ops!

Tale tesi è stata poi confermata dalla visioni delle immagini di videosorveglianza riprese dal vicino circolo nautico”. Questa è la parte più divertente della storia “Nel video si vede chiaramente il collaboratore dell’autista scendere dal veicolo per agevolargli la manovra – eccolo il digraziato che l’ha fatto scoprire – e, indicandogli con il braccio di proseguire in retromarcia, farlo arretrare fino a farlo cadere in mare”. Non è difficile visualizzare un napoletano che mentre affonda con l’autocisterna che cade in mare gliene dice di tutti i colori a quel suo amico! Di certo la prossima volta guiderà quell’altro!

Storie divertenti: Guida l’autocisterna con la patente sbagliata

Ma il rapporto della storia comica continua: “Nel cadere in acqua l’autocisterna ha causato danni visibili allo storico piperno posto a delimitazione della banchina. Non con poche difficoltà l’autocisterna è stata prelevata e sequestrata“. Immaginiamo. “Al conducente è stata contestata anche la sanzione prevista per chi guida con patente di categoria diversa“. Ahè! Nient’altro?

Storie divertenti: Non si butta via niente!

Questa simpatica storia avvenuta nel napoletano non è affatto un evento unico. A quanto pare l’acqua del porto di Napoli viene costantemente prelevata e rivenduta a delle pescherie che la usano per conservare i molluschi, pesci che filtrano le acque zozze del porto prima di arrivare in tavola. E questa era la parte meno divertente della storia vera. La verità sapete qual è? A Napoli nemmeno l’acqua zozza del porto si butta via, è tutto rivendibile, ma stavolta il mare si è vendicato.

CONDIVIDI.

Non ci crederete ma, Invita Un Cretino è stato scelto anche da Google News come Fonte di intrattenimento Autorevole per la qualità e la simpatia dei contenuti.

Non ti resta che seguirci su Google News da questa pagina, e cliccando il tasto segui.