•  
  •  
  • 6
  •  
  •  
  •  

Il discepolo Wu Liao entrò nel monastero Zen del Silenzio ed il maestro gli disse: “Fratello, questo è un monastero silenzioso. Tu sei il benvenuto. Puoi rimanere qui con noi finché vorrai, ma non parlare se non ti do io il permesso.” Il discepolo annuì e visse nel monastero per ben un anno intero prima che il maestro gli rivolse nuovamente la parola per dirgli: “Wu Liao, sei qui da un anno ormai. Puoi dire due parole.” Wu Liao rispose: “Letto duro.” Il maestro replicò “Mi dispiace sentirti dire ciò. Ti daremo subito un letto migliore.” Passò un altro anno e al discepolo Wu Liao fu concesso di proferire ancora due parole.

Il maestro era curioso di sapere cos’avesse da dire il suo discepolo e attese attento. Wu Liao disse: “Cibo freddo.” “Mi dispiace Wu Liao, d’ora in avanti il cibo sarà migliore” rispose con garbo il maestro. Erano passati ormai tre anni da quando Wu Liao giunse al monastero Zen del Silenzio quando il maestro gli concesse di parlare ancora. “Puoi dire due parole oggi”, “Vado via!” replicò il discepolo. “E’ meglio” disse il maestro “da quando sei qui non hai fatto altro che rompere i coglioni!”

Scopri le altre barzellette di Invita Un Cretino.

CONDIVIDI la barzelletta Wu Liao nel monastero Zen del Silenzio.

Non ci crederete ma, Invita Un Cretino è stato scelto anche da Google News come Fonte di intrattenimento Autorevole per la qualità e la simpatia dei contenuti.

Non ti resta che seguirci su Google News da questa pagina, e cliccando il tasto segui.